Se arriva una fitta?

Che cosa sarà quella fitta al petto?

Non bisogna mai sottovalutare una fitta al petto, neanche allarmarsi esageratamente, ma sapere che le cause possono essere varie. Cercheremo di aiutarti a capire e a prevenire certi disturbi.
 
 

Da Ricordare!!!!
 
 

E' molto importante sapere, che se il dolore è molto intenso, è opportuno chiamare immediatamente un cardiologo e l'ambulanza
 
 
 
 
 
 

INFARTO DEL MIOCARDIO


 
 


Un ramo delle due coronarie, che generalmente irrorano il cuore, termina repentinamente la sua funzione. Una parte del muscolo cardiaco non viene più alimentata dal sangue e conseguentemente dall'ossigeno, interrompendo in questo modo l'attività cardiaca.
 
 

i I sintomi sono una fitta oppressiva al torace, che spesso va verso il collo, la mandibola, le spalle e le braccia; provoca problemi respiratori, nausea e vomito.
 
 
 
 

i Per scoprire se si tratta d'infarto del miocardio lo si può fare attraverso l'elettrocardiogramma ed esami del sangue che verificano anomalie e troppi enzimi muscolari servono a spiegare eventuali la cessazione dell'attività di alcune zone del cuore.
 
 

i Le cure immediate possono risultare le sostanze di supporto del muscolo cardiaco, farmaci vasodilatatori coronarici e trombolitici.

In certo casi, è necessario un intervento chirurgico.
 
 

i Si può prevenire tramite una dieta corretta eliminando i grassi saturi e colesterolo, che possono ostruire le coronarie. E' consigliata un'attività fisica costante. Evitare stress e sforzi fisici.
 
 


INSUFFICIENZA CORONARICA


 
 


Si verifica quando, sotto sforzo, non arriva abbastanza sangue al cuore e diminuisce drasticamente la quantità d'ossigeno, perché le due coronarie, parzialmente ostruite da placche ateromatose, ovvero depositi di colesterolo, limitano il passaggio del sangue.
 
 

u I sintomi sono rappresentati dall'angina pectoris, cioè dolore toracico intenso e lancinante in genere scatenato da uno sforzo.
 
 

u Si può scoprire tramite un elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo, una coronarografia per evidenziare l'entità e la posizione dell'ostruzione nelle coronarie.
 
 

u Le cure immediate risultano i farmaci coronaro-dilatatori come la trinitrina, che ripristina la circolazione coronarica. Eventualmente si interviene chirurgicamente.
 
 

u Si può prevenire con una dieta corretta, eliminando i grassi saturi e colesterolo, che possono ostruire le coronarie. E' consigliata un'attività fisica costante. Evitare stress e sforzi fisici.
 
 


ESOFAGITE PEPTICA O DA REFLUSSO


 
 


Nell'esofago, i succhi gastrici causano una minore funzionalità dello sfintere esofageo inferiore, il cardias, attraverso cui l'esofago si congiunge con lo stomaco, ritornano uno stato infiammatorio della mucosa.
 
 

m I sintomi sono dolori acuti al torace, sensazione di acido in bocca, il rigurgito, disfagia.
 
 

m Il medico individua il problema interrogando la persona. L' esofago-gastroduodenoscopia serve per visionare lo stomaco e per scoprire le lesioni.
 
 

m Le cure immediate sono i farmaci per ridurre i succhi gastrici, facilitare il transito del cibo nell'esofago e cicatrizzare la mucosa. Talvolta necessita l'intervento.
 
 

m Si può prevenire con una dieta leggera, evitando l'abuso di alcool e fumo.
 
 


PLEURITE


 
 


La pleura, membrana formata da due lamine, si infiamma la prima quella polmonare riveste i polmoni, la seconda quella parietale, la cavità del torace.
 
 

¨ I sintomi risultano dolori acuti, soprattutto durante l'inspirazione, tosse secca, talvolta febbre, dispnea ovvero difficoltà a respirare.
 
 

¨ Si scopre con la palpazione, auscultazione clinica e radiografica del torace. Se c'è liquido nella pleura si preleva e analizza.
 
 

¨ Si consiglia riposo assoluto a letto. Seguirà poi una cura mirata contro la causa scatenante.
 
 

¨ Si previene non trascurando problemi alle vie respiratorie, per evitare che degenerino.
 
 


OSTEOPOROSI


 
 


Le ossa perdendo la loro consistenza, si decalcificano, diventando così più fragili. Nella donna questo processo aumenta dopo la menopausa per la diminuzione di ormoni femminili gli estrogeni.
 
 

S Il sintomo è un dolore al dorso che si irradia al torace, si accentua nella posizione eretta e si riduce in quella supina sulla schiena a letto.
 
 

S Si scopre attraverso la mineralometria ossea computerizzata (Moc), esame di sangue e urine per valutare metabolismo osseo e funzionalità del tessuto osseo.
 
 

S Le cure immediate risultano i farmaci che stimolano la formazione del tessuto osseo o ne riducono il riassorbimento.
 
 

S Si previene attraverso una dieta ricca di calcio. No ad alcool e fumo. L'attività fisica è consigliata. In menopausa, dopo aver sentito il parere del medico, adottare la terapia ormonale sostitutiva.
 
 


ARTROSI O OSTEOARTROSI


 
 


E' una malattia degenerativa delle articolazioni dove è presente un assotigliamento della cartilagine. Quelle della colonna vertebrale sono fra le articolazioni più colpite.
 
 

w I sintomi risultano un dolore delle articolazioni tra sterno e coste, che può essere provocato dalla sola pressione del dito e da movimenti difficoltosi.
 
 

w Si scopre con una radiografia e una ecografia.
 
 

w Una cura immediata può risultare l'uso di farmaci antinfiammatori.
 
 

w Si può prevenire con attività fisica regolare e tenendo sotto controllo il peso ed evitando poi le posizioni scorrette.
 
 


DOLORE INTERCOSTALE


 
 


Si tratta di un dolore dovuto a cause diverse, come ad esempio uno sforzo fisico eccessivo o una posizione errata durante la notte.
 
 

< Tra i sintomi un senso di indolenzimento tra una costa e l'altra, che peggiora con la respirazione.
 
 

< La diagnosi viene effettuata attraverso l'esclusione delle cause più serie.
 
 

< Come cura immediata è sufficiente un po’ di riposo.
 
 

< Non bisogna esagerare con l'attività fisica e mai sollevare carichi troppo pesanti.
 
 


ANSIA E STRESS


 
 


A volte le persone somatizzano con forti dolori al petto lo stato di ansia e stress. Ciò significa che i dolori in realtà sono dovuti a paure e non a cause fisiche.
 
 
 
 

u I sintomi si manifestano con un dolore toracico acuto, anche se non ben definito.
 
 

u Per arrivare a definire il problema, bisogna prima escludere tutte le possibili cause fisiche.
 
 

u I farmaci ansiolitici risultano una cura immediata.
 
 

u Si possono prevenire ansia e stress praticando un’attività sportiva o coltivando un hobby